lunedì 01/11/2010

La settimana appena trascorsa ha mostrato segni evidenti di indecisione, anche se la previsione di ribasso pronosticata dall'orange indicator si è rivelata attendibile per come sono cominciate le quotazione di eur/usd.
Nei primi giorni eur/usd e aud/usd hanno evidenziato marcati segni di debolezza al rialzo ed infatti hanno perso pips in modo significativo, più di 320.
Gli ultimi due giorni il mercato ha ritrovato la forza di riportare le valute sui livelli di chiusura di settimana scorsa, mentre la sterlina ha spinto verso l'alto quasi tutta la settimana.
L'oro è stato secondo noi il "dirigente" dei mercati, dettando i tempi delle discese e delle risalite di tutti i sottostanti.
Attenzione perchè potremmo avere un segnale ribassista sul metallo aureo nelle prossime settimane e poichè notiamo una ripresa delle correlazioni, questo sarebbe il segnale decisivo per rafforzare un eventuale trend short di eur/usd.
I mercati azionari si sono comportati secondo le attese: il dax ha perso valore rispetto ai massimi toccati la settimana precedente di circa 1,8%, ma nell'ultima seduta ha cercato di riprendersi qualche tick, mentre l'S&P500 è stato piu conservatore e si è mosso praticamente in laterale mostrando sul grafico giornaliero parecchia indecisione.
La nostra indicazione sui mercati azionari rimane comunque di una sostanziale debolezza al rialzo e di conseguenza ci aspettiamo ancora per la prossima settimana uno storno delle quotazioni.
Prenderei come riferimenti le eventuali rotture dei minimi o massimi settimanali per avere delle conferme.
 
Eur/usd
Le valute regine dei mercati forex hanno deciso di creare un pò di atmosfera trilling.
L'indecisione è enorme anche se noi crediamo che la spinta ribassista prevalga su quella rialzista.
L'equilibrio tra orsi e tori è però elevato e potrebbe smentire ogni previsione.
Noi ci sbilanciamo e facciamo affidamento a qualche franco tiratore che crediamo vorrà fare pendere la bilancia verso livelli inferiori rispetto agli attuali.
Come sempre teniamo d'occhio il prezzo prima di avere delle certezze.
Il superamento di 1.3950 potrebbe dare subito lo spunto al cross di acquistare qualche pip, ma l'avvicinamento di area 1.3733 e poi di 1.3697 darebbe una bella forza al trend short che a quel punto avrebbe inizio.
Stiamo attaccati alle poltrone, il bello deve ancora cominciare.
 
Gbp/Usd
Al contrario delle altre valute la sterlina è salita praticamente tutta la settimana, ma rimane da verificare con quanta forza lo potrà fare nei prossimi giorni.
E' chiaro che se eur e aud tenderanno al ribasso anche la sterlina non potrà sottrarsi a questo stato delle cose.
Unico livelo chiave è l'1.6106 che se violato ci darebbe qualche preoccupazione.
 
Aud/usd
Il dollaro australiano spera di non darci ragione e sta facendo di tutto per farci fare brutta figura.
Crediamo che la spinta rialzista abbia perso sostanza proprio questa settimana.
L'unico dilemma è stata la rottura del livello a 0,9661 che però non ha sortito grossi effetti ribassisti.
Che sia quello successivo un rialzo fuoco di paglia?
 
Usd/Yen
In chiusura della settimana il cross sembra aver puntato deciso a battere il minimo storico.
La meta è ora vicina, ma potrebbe trovare un forte freno dagli acquisti di dollari americani che potrebbero partire dal governo giapponese.
Acquisti che tra l'altro sono già stati fatti qualche settimana fa.
Pertanto anche la rottura del minimo storico di 79.750 potrebbe non svilupparsi in troppi pips di discesa, ma trovare un'immediata reazione rialzista.
 
Un caro saluto,
Mr. Forex

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Manuel (lunedì, 01 novembre 2010 12:19)

    Interessante leggere che voi date il cross eur/usd in ribasso.Io per fine anno lo davo + verso 1.45 / 1.50 visto anche la prossima mossa di QE della FED ... Non che la cosa mi dispiaccia, anzi. Avendo posizioni short sul ftse mib ed essendoci una correlazione inversa tra cambio eur/usd e borse, questo significherebbe che anche le borse dovrebbero quantomeno stornare qualcosina dai volori (assurdi) attuali ... Se considerate le quotazioni dell'oro in eur si capisce che il metallo ultimamente è in fase laterale + che rialzista (certo in dollari ha fatto un bel balzo). Molto + interessante invece è stata la cavalcata dell'argento la cui quotazione è letteralmente esplosa! A inizio anno 1 kg di ag quotava circa 380 eur, ora vale 575 eur, una performance del 51%!!
    Buona gg a tutti

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi