Lunedì 6/12/2010

Carissimi trader spero che tutti abbiate chiuso la settimana in positivo!
 
Siamo stati colti di sorpresa dall'oro che ci ha fatto lo scherzetto, ma per tutto il resto andamento in linea con le attese prspettate dalle analisi.
 
Venerdì il non farm payroll ha provocato un bel rialzo delle quotazioni dei cross interessati alle valute europee, rialzo che era comunque già cominciato giorni prima!
 
I listini americano e tedesco si sono riportati sui massimi registrati a novembre 2010 con il dax che addirittura ha avuto la forza di rittocarli leggermente, ma si trova ora nuovamente in cima al canale rialzista partito mesi fa.
 
Tutti gli indicatori mostrano divergenze e segnalano una situazione di ipercomprato sui due indici.
 
Tutta questa euforia sui mercati azionari non piace e da l'idea di una pazzesca bolla speculativa in atto. Un giorno timori per l'europa e le due coree e le borse bruciano denaro in quantità industriale e solo due o tre giorni dopo ecco nuovi massimi.
 
A nostro avviso per chi opera sull'azionario è il caso di stare alla finestra ed aspettare movimenti più sensati dei listini.
 
In ogni caso non ci aspettiamo una grossa forza rialzista per i motivi espressi precedentemente, anzi con ogni probabilità c'è da aspettarsi una settimana di ribasso che potrebe anche sfociare in un tentativo di inizio di trend short con lo sfondamento per il dax di quota 6660e per l'S&P500 del livello 1170.
 
L'oro, quel maledetto! Ci ha fatto una bella finta! I segnali erano di trend short alle porte, ma la situazione è stata nuovamente invertita restituendo nuova linfa per una ripartenza del trend long che ha significato massimi storici consecutivi per mesi.
 
La prossima settimana l'oro potrebbe portarsi sopra 1424,50 andando quindi a registrare un nuovo massimo, ma questa volta non abbocchiamo. Il trend short è posticipato, ma non di molto!
 
Per il forex e per la valute europee è stata una settimana di rivalutazione!
 
Come previsto i cross hanno ritracciato velocemente verso l'alto dopo una discesa che non dava un attimo di respiro.
 
Analizziamoli uno ad uno:
 
Eur/Usd
Il trend short non pare essere finito.
Era normale attendersi un ritracciamento anche se ora dobbiamo stare attenti all'eventuale superamento di livelli chiave di prezzo!
Gli indicatori mostrano ancora spazio per la discesa anche se il minimo a circa 1.2965 era stato raggiunto con molta debolezza e spinta ribassista in esaurimento.
Il ritracciamento verso l'alto potrebbe già aver toccato il suo massimo essendo arrivato in chiusura di settimana ad un livello chiave per il mese di 1.3440.
Non dovrebbe esserci altro spazio per la salita e ci aspettiamo per la prossima settimana una ripresa del trend primario, short, che potrebbe portare il cross a riavvicinare il minimo relativo.
Prestiamo allora attenzione alla rottura del minimo della candela settimanale che, come al solito, ci da preziose conferme su quello che potrebbe essere il movimento da aspettarsi (1.2968).
L'eventuale rottura del massimo, 1.3437, effettuata già lunedì non darebbe alcun segnale essendo il cross già a ridosso di tale livello.
Preoccupante sarebbe il raggiungimento e lo sfondamento dello stop loss inserito alla posizione dell'orange che metterebbe seri dubbi sulla continuazione del trend short.
 
Gbp/Usd
La sterlina è la valuta che ha ritracciato meno verso l'alto e gli indicatori iniziano a rafforzare solo ora l'ipotesi di un trend short.
Anche per la sterlina esistono dei livelli chiave:
- 1.6051: sarebbe preoccupante il superamento di questo livello di prezzo molto importante che potrebbe riportare il cross verso i massimi di circa 1.6300 con l'inevitabile ripresa del trend long
- 1.5483 : lo sfondamento di questo livello darebbe la conferma a quanto dettato dai nostri indicatori e darebbe un'ottima forza per la continuazionedel trend short
 
Aud/Usd
E' il cross che ci ha stupiti maggiormente visto lo sfondamento deciso di area 0.9870 che riteniamo molto importante.
Ora vediamo che cosa succederà.
Non è molto lontanto da quel livello e se si riportasse al di sotto continuando la discesa confermerebbe il trend short che tra l'altro ci viene segnalato dalle nostre analisi addirittura in aumento di forza.
Attenzione al raggiungimento e successivo superamento di quota 0.9960 e soprattutto di 1.0000 che farebbere pensare ad una prosecuzione del rialzo.
 
Usd/Jpy
Situazione di indecisione sullo yen.
Come preventivato il cross ha ritracciato verso il basso.
Secondo noi il trend long continuerà, ma come diciamo sempre prima di dire che sarà così desideriamo che il prezzo ce lo confermi.
Aspettiamo pertanto i primi giorni della settimana per tirare delle conclusioni su questo cambio.
83.45 è per noi lo spartiacque tra long e short.
Ci aspettiamo che in settimana il cross avvicini nuovamente questo livello e magari lo superi per darci la conferma del trend primario in atto (long).
Se invece noteremo un allungo verso il basso con la rottura di 81.10 il trend potrebbe giare nuovamente.
 
 
Ringraziamo tutti per i ringraziamenti ed i commenti positivi sul nostro operato, sul nostro modo di porci e sul lavoro in generale che viene svolto.
 
Stiamo cercando di creare appuntamenti fissi per favorire un contatto costante con i nostri traders e di mettere a punto nuovi servizi.
 
Sul nostro sito www.thefiveorangepips.com sono stati pubblicati due e-book sicuramente molto utili e vengono inseriti spesso video free sull'operatività da noi utilizzata e su argomenti che possono essere utili a tutti coloro che tradano e che si occupano di mercati finanziari (vedi area riservata).
 
Cercheremo di migliorarci sempre e costantemente per offrire un servizio sempre più affidabile e vincente!
 
Siete voi il nostro stimolo.

 
Un saluto a tutti!
 
Mr.Forex

Scrivi commento

Commenti: 0

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi