Lunedì 20/12/2010

Cari amici traders,
un'altra settimana è passata e nuove strategie si devono implementare per far fronte ai nuovi scenari dei mercati.
 
Subito un ringraziamento a tutti per i complimenti ricevuti e per l'aumento dei followers che a seguito dei passaparola e osservando i risultati ottenuti hanno deciso di agganciarsi ai nostri studi ed analisi.
 
La settimana appena trascorsa è stata poco mossa un pò su tutti i fronti eccetto l'ultimo giorno di contrattazione per il forex.
 
I large stanno prendendo posizone sui vari strumenti finanziari e crediamo che i movimenti veri si osserveranno dai giorni a venire.
 
I listini azionari si sono mossi in laterale ed hanno evidenziato da tempo una debolezza marcata al proseguimento del trend long.
Ora stiamo a vedere, ma si dubita che dax ed s&p500 possano rinnovare una buona forza rialzista lasciando spazio invece ad una fase di ritracciamento verso quotazioni più basse.
 
Anche l'oro si è mosso praticamente in laterale attorno al solito livello di 1371 comunicato le scorse settimane. E' questo un livello importante che aspetta di essere rotto in modo deciso per dare il segnale di un possibile inizio di trend short. La rottura in effetti dopo due avvicinamenti è stata tentata, ma in quel momento la situazione era già di ipervenduto marcato e quindi le quotazioni non hanno avuto la froza di proseguire nella direzione. Ora dobbiamo solo vedere come si comporterà nei prossimi giorni.
Sarebbero importanti le rotture in successione dei livelli 1364 e poi 1366.
 
Anche i vari cross si sono mossi in laterale da ormai due settimane eccetto venerdì che per effetto di notizie pervenute dal summit economico in europa hanno mostrato nelle ultimo ore nervosismo e tendenza prevalentemente ribassista.
Staremo a vedere cosa succederà la prossima settimana e se le previsioni qui di seguito saranno rispettate.
 
Eur/usd
I nostri indicatori mostrano debolezza alla discesa delle quotazioni. Già da Lunedì ci aspettiamo una proggressiva risalita dei prezzi.
E' ovvio che come sempre aspettiamo di avere una conferma dalla rottura e superamente di alcuni livelli per noi fondamentali.
1.3225 è un livello per noi significativo e un pò lo spartiacque tra short e long. Un ritorno sopra questo livello metterebbe le basi per un inizio di trend long.
Il successivo superamento di 1.35 non ci farebbe più avere dubbi di una nuova fase di inversione ormai cominciata.
Il tutto potrebbe essere smentito dalla rottura di 1.2968 che se ci dovesse essere potrebbe avvenire senza forza e quindi senza dare continuità al movimento.
 
Gbp/usd
Se esistono le correlazioni anche questo cross è destinato a salire e tutti gli indicatori lo confermano.
Il livello o quota di riferimento si trova a 1.56. Il superamento di questo livello darebbe forza al trend long.
Attenzione alla rottura di 1.5295 che potrebbe rovinare la festa.
 
Aud/Usd
Il cross in questo momento si dovrebbe trovare in una fase di marcata correzione verso l'alto.
I nostri indicatori evidenziano una fase di marcato movimento potenziale long.
Tra l'altro il cross aveva già anticipato nei giorni scorsi questa eventualità portandosi a ridosso dei massimi storici ed evidenziando un'ottima forza a salire.
0.9955 è per noi il muro da abbattere per dare inizio ad un movimento long che potrebbe e dovrebbe rivedere i massimi storici.
 
Usd/jpy
Questo è il cross che più ci lascia straniti.
Guardando alle correlazioni dovremmo aspettarci una nuova fase di discesa, ma è possibile che le quotazioni rimangano appollaiate attorno ai livelli 82.40 e 85.77 in attesa che gli altri cross conoscano una nuova inversione da short a long qualora il long si verificasse.
Aspettiamo di vedere cosa succederà.
 
 
Attenzione! L'Orange Indicator mostra inversione da short a long. Pertando da domenica sera il colore dell'inidcatore cambierà da arancio a verde.
 
 
A tutti voi buon trading!
 
Mr. Forex e i suoi.

Scrivi commento

Commenti: 0

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi