TOBIN TAX

Hai sentito parlare della Tobin tax?

Una decisione del governo attuale per l’inizio del 2013.

 

Ma cosa cambierà nel tuo trading?

Partiamo dal capire cos’è, per poi valutare quali ne saranno gli effetti per noi.

La Tobin tax viene presentata come una tassa sui ricchi per poi redistribuire ricchezza a chi è più bisognoso.

 

Nulla di più falso.

 

Chi opera in borsa? Solo i ricchi? Solo la borghesia? O forse operano persone appartenenti a tutti i ceti sociali?

 

Hanno fatto e stanno facendo promozione ai mercati finanziari utilizzando i canali di informazione e di diffusioni di massa, invogliando anche i meno abbienti a cimentarsi nel modo degli investimenti e della speculazione.

Ora dicono che chi investe hai soldi ed è ricco.

Hanno permesso leve pazzesche per permettere a tutti di sognare e sperare in grandi guadagni ed ora ci vogliono fare credere di adottare politiche che vanno a favore dei meno abbienti!

 


Nella storia è già stata adottata (Svezia), ma successivamente abolita per lo scarso gettito prodotto a seguito di una massiccia fuga degli operatori locali.

E’ chiaro che se applicata ad un solo Stato non può funzionare. Le soluzioni per evitarla sono le più disparate.

 

A livello Europeo gli stati non sono d’accordo e non potrà esserci l’unanimità dei 27, ma con un escamotage potranno legiferare in 9 degli undici facenti richiesta.

In testa agli undici paesi troviamo Francia e Germania e a loro seguono, Spagna, Austria, Belgio, Gracia, Portogallo, Slovenia, Slovacchia e udite udite l’ITALIA.

Molto probabilmente il prelievo sarà intorno allo o,1% sulle azioni e obbligazioni e 0,01% sui derivati.

 

Verrà introdotta prima possibile nel 2013 con la speranza che venga recepita da più stati possibile per renderla efficace.

Alcuni esperti sostengono che non sarà possibile l’esodo dai mercati, ma sarà così?

 

Ma chi non la applicherà?

USA, Asia ed Inghilterra ei paradisi fiscali noti non applicheranno la Tobin tax ed è per questo che ancora una volta i ricchi non saranno nemmeno sfiorati da questa nuova estrapolazione, chiamiamola così, di denaro.

Infatti saranno i piccoli che non potranno adottare misure sofisticate che permetteranno loro di operare dai e nei paesi che non adotteranno questa misura.

 

Potremmo allora assistere ad uno sgonfiamento dei volumi in Italia, ad un aggravio dei costi e ad una successiva perdita di posti di lavoro nel settore degli investimenti.

Da sapere che per l’applicazione della tassa conta la residenza o la sede di ubicazione della società di trading (ecco la soluzione).

Una complicazione non da poco è che questa tassa avrà ripercussioni anche sui muti a tasso fisso e a tasso variabile con cap (tetto massimo di interesse). Questi infatti costeranno di più.

 

Il tasso preso come riferimento per i mutui a tasso fisso è l’Irs, interest rate swap, che è un derivato e pertanto soggetto a tassazione. I muti a tasso variabile con cap invece si basano sull’euribor che però se dovesse salire oltre il cap diventerebbe un costo per la banca. Quest’ultima allora si copre con l’acquisto di un covered warrant cap che finge da garanzia, ma che è anch’esso un derivato. Il maggior costo sarà sicuramente girato al cliente.

Si dice che la Tobin tax fermerà la speculazione, ma in realtà bloccherà solo gli scambi di noi piccoli.

 

Non produrrà come si dice una stabilizzazione della volatilità. Come detto usciranno dal mercato diversi operatori con una conseguente diminuzione della liquidità e come sappiamo ciò determina un aumento delle escursioni dei prezzi con andamento a strappi.

 

Ma allora cosa converrebbe fare?

Sarebbe meglio applicare una tassazione a scaglioni progressivi sul capital gain, in modo da colpire gli utili maggiori con imposte più elevate.

Tassare gli ordini revocati dal mercato entro pochi secondi dalla loro immissione per evitare giochetti dei large trader che determinano le tendenze di breve.

Introdurre una piccola tassa sulle transazioni portate in over night.

In questo modo il mercato diventerebbe più trasparente ed attirerebbe un maggior numero di operatori con il conseguente aumento ulteriore del gettito fiscale.

Oltre che esporre e commentare la Tobin tax così come verrebbe introdotta, ti ho fornito una possibile soluzione per evitare di essere penalizzato ingiustamente ed ho cercato di proporre un’alternativa.

 

E tu cosa ne pensi?

 

Mr. Forex

 


Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    Ms Forex (venerdì, 14 dicembre 2012)

    A quanto mi risulta il trading sul forex dovrebbe essere esonerato da questa tassa ! Quindi buone notizie :))

  • #2

    Francesco (venerdì, 14 dicembre 2012 13:44)

    Grazie per l'articolo ;-)
    E' uno schifo che nello stato con il più alto tasso di disoccupazione, i giovani che sono stati costretti ad entrare nel forex (c'è la più alta percentuale in questo 2012)perchè vogliono guadagnare qualcosa siccome non c'è alternativa, vengono tassati anche qui. Per chi non lo sapesse tutte le grandi aziende del mondo fanno forex per coprire il prodotto quando viene esportato, e chi vengono colpiti? Ancora una volta i giovani disoccupati.

  • #3

    investor69 (venerdì, 14 dicembre 2012 14:30)

    Grazie per l'articolo;-)
    Ho letto in un altro forum che le Iene hanno fatto un sondaggio (intervista) ad un gruppo di Onorevoli che andava a Montecitorio e udite udite! Alla domanda: "Cosa ne pensa della Tobin Tax"? Alcuni (o quasi tutti) non sapevano neanche di cosa si trattava....Ma ci pensate da chi siamo rappresentati in Parlamento??? Gente che non sa nulla di leggi...ma se sono al Governo?? Povera Italia....

  • #4

    Mr. Forex (sabato, 15 dicembre 2012 02:02)

    Non ho notizie di esonero del forex dalla Tobin Tax, del resto come al solito anche l'informazione lascia a desiderare in queste occasioni. Se qualcuno ha letto di esenzioni posti i link che poi commenteremo.

  • #5

    Mr. Forex (sabato, 15 dicembre 2012 02:05)

    Francesco, hai ragione da vendere. Purtroppo chi propone queste manovre non conosce nulla del settore che va a regolamentare. Gli effetti della Tobin tax saranno occultati e girati in positivo. Saranno in molti però a farne le spese, anche i giovani!

  • #6

    Mr. Forex (sabato, 15 dicembre 2012 02:09)

    Investor69, sottoscrivo!

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi