Ti racconto un fatto personale! (prima parte)


Tempo fa ti ho detto che avremmo fatto un percorso incentrato sulla psicologia.

 

Si perchè ritengo che l'aspetto mentale sia il vero motivo del tuo successo o insuccesso nel fare trading.

 

Se vuoi ripartire dall'ultimo post che ho scritto sull'argomento clicca qui.

 

Ho cominciato ad affrontare i mercati finanziari da autodidatta e dopo i primi fallimenti ho capito che non era semplice come pensavo.

 

Ho girovagato tra i vari siti internet alla ricerca della tecnica che mi avrebbe cambiato la vita.

 

Non sono mai stato egoista e non lo sono ora, nella mia testa la voglia di cambiare vita per poter cambiare quella della mia famiglia, per poter dare tutto e di più a mia moglie e poi a mia figlia.

 

La tecnica perfetta non sono riuscito a trovarla anche se le ho provate tutte e sempre rigorosamente in reale.

 

Quando me ne piaceva una dovevo provarla immediatamente perché avevo la sensazione di aver perso già troppo tempo e troppi segnali.

 

Ogni secondo perso il profitto che se ne andava via per sempre!

 

I fallimenti ormai sono stati all’ordine del giorno.

 

Ho iniziato ad iscrivermi ai primi corsi: tecniche semplici, facili guadagni, ottimi venditori-formatori,  ma tornato a casa ho assistito al ripetersi della storia.

 

Uno degli ultimi corsi frequentati è stato presentato da un ragazzo giovane (consigliato da un amico), ottimo linguaggio, bella presenza, ottima tecnica e spunti vari.

 

Tutti gli ingredienti per pensare: "Sono nel posto giusto!".

 

Finito il corso e di nuovo solo con l’esperienza passata, ho iniziato a fare back test per dare valore alla tecnica appresa.

 

I risultati non sono stati male, tanto che ho iniziato subito in reale ad applicarla.

 

L' oggettività della tecnica stessa, le regole ferree da rispettare ed il piano di azione chiaro e preciso già prima di entrare nel trade.

 

Nonostante le premesse ancora una volta i risultati sono stati negativi.

 

Un giorno però tornando a casa dal lavoro e con due operazioni in loss nelle tasche, mi è squillato il telefono.

 

Il mio amico (quello che mi ha consigliato il corso) che con voce traballante mi dice di aver preso un segnale appena prima di finire il lavoro in ufficio e che sta andando bene, ma non sa cosa fare.

 

Continua a dirmi, “ la chiudo o non la chiudo?”.

 

Al mio posto e con in tasca due operazioni in loss, non lo avresti mandato a cagare?

 

Io no!

 

Continua nel prossimo post, se ti interessa il trading!

 

Io sono

Mr.Forex

 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Matteo (mercoledì, 30 gennaio 2013 21:53)

    Caro Mr. Forex,
    Sono proprio interessato a capire come finisce il tuo raccontodi vita personale. Sei molto capace di tenere sulle spine le persone. Penso che altri la pensino allo stesso modo. Mi ricorda una storia che conosco.
    Grazie per il tempo che dedichi e che condividi con noi, nonostante le responsabilita'di cui ti carichiamo.
    Attendo il prossimo post.

  • #2

    Francesco (mercoledì, 30 gennaio 2013 23:01)

    Grazie Mr. .

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi