Auguri di buona Pasqua e trading in demo!


Ci sono alcuni momenti, come ti ho detto in un post precedente (eccolo, clicca qui per leggerlo), nei quali decido di mettermi in panchina.

 

Cosa vuole dire?

 

Significa evitare di tradare in reale con lo scopo di ritrovare da li a poco la giusta sintonia con i mercati.

 

Ma cosa mi succede in questi momenti?

 

Non cerco giustificazioni in variabili esterne, ma do la colpa soltanto a me stesso e al mio equilibrio mentale che in alcune circostanze viene meno.

 

Normalemente ciò avviene quando per lunghi periodi la concentrazione nel trading e verso le altre attività deve essere al massimo e non c'è spazio per rilassarsi.

 

Il trading è un termometro incredibile perchè ti da subito i segnali che qualche cosa non va.

 

Mi accorgo che in queste situazioni non ho pazienza, non sono sereno, tendo ad anticipare gli ingressi rispetto al mio piano di azione tradizionale, chiudo i trade in profitto troppo presto e lascio correre quelli in perdita.

 

Sono io che sbaglio e non il mercato che mi vuole fregare, un rumore inaspettato, la pioggia insistente, la politica instabile ecc.

 

Ma allora quando mi metto in panchina?

 

Ci sono almeno due occasioni che mi fanno optare per evitare un trade in reale:

 

- mancanza di equilibrio mentale

- i giorni delle festività

 

Oggi è un giorno di festa e quindi non trado in reale.

 

Continuo però a fare operazioni in demo per far si che il termometro sia sempre acceso e mi dia la lettura istantanea della mia situazione personale.

 

In questo modo capisco se ho recuperato il giusto stato d'animo, il dominio delle mie emozioni e l'equilibrio mentale per ricominciare a tradare.

 

Guarda i volumi di oggi, se li confronti con quelli di venerdì noterai che a mercato non c'è nessuno, solo squali in attesa di sbranare qualche preda facile.


Io sono 

Mr.Forex

Scrivi commento

Commenti: 0

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi