Spesso è solo una questione di tempo ...

Sei un lavoratore dipendente e nella tua testa ti sei prefissato di raggiungere una certa posizione e di conseguenza un certo stipendio.


Ti sei fatto un programma di crescita che ovviamente coinvolge chi ti sta accanto e condiziona la tua vita e quella di chi ti vuole bene.


Oppure sei un imprenditore! Stai seguendo la tua start-up perchè credi nell'idea di business sulla quale hai deciso di puntare. Hai programmato tutto nei minimi dettagli: investimenti, cash flow, costi, ritorno degli investimenti e via dicendo.


Sei uno studente universitario è hai già in testa il lavoro che ti piacerebbe fare una volta in possesso della tua laurea. Oggi però sai solo che devi fare formazione e dovrai superare una serie di esami che ti porteranno all'obiettivo.


Ti ricordi il post che ho scritto qualche giorno fa (Mal comune mezzo gaudio ...), forse è bene che te lo vai a rileggere. 


Il tempo!


E' la variabile che occorre tenere in considerazione e che è determinante per tutti gli esempi sopra, ma anche nel trading online.


Il tempo in questi casi può essere inteso in diversi modi:


- il timing di ingresso


- il timing di uscita


- la durata dell'operazione


"La pazienza è la virtù dei forti"!


Nulla di più vero, ma è anche vero che il tempo nella nostra professione e nella vita deve assumere un valore accettabile.


L'entità tempo è molto diversa a seconda del tuo stile di trading:


- scalping


- position trading


Una previsione non è mai sbagliata se si manifesta nel tempo che ho stabilito!


Ma come si fa a determinare quanto tempo è giusto lasciare passare per fare in modo di permettere agli eventi di verificarsi?


E' una valutazione soggettiva?


Devi sapere che questa scelta è comunque influenzata da altre variabili:


- leva utilizzata


- strumento tradato


- psicologia


Tutti argomenti trattati più volte, ma fondamentali per caratterizzare in modo efficace la tua operatività.

Tutti gli davano contro, ma alla fine ha avuto ragione, era solo una questione di tempo ...


A presto

Io sono

Mr.Forex

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Postulante (martedì, 09 giugno 2015 12:10)

    Il tempo è come il liquido amniotico nel quale si concepisce una nuova creatura, si forma in embrione secondo un programma non stabilito da noi ma del quale possiamo prendere atto. Quando abbiamo saputo prendere atto di quel programma possiamo intervenire ed incidere in modo importante nel processo.. traendone vantaggio..
    Gli antichi, molto saggi e raffinatissimi, distinguevano per questo fra cronos e Kairos. Il cronos è inteso grosso modo come lo scorrere del tempo sempre uguale a sé stesso, misurato con la clessidra o con l'orologio atomico, ma assolutamente monotono e ripetitivo, noioso e nichilista. Il Kairos è il momento ed il tempo favorevole perché si "concepesca e partorisca" il bene. La storia è segnata dall'intreccio di cronos e Kairos, non può esserci l'uno senza dell'altro.
    Capire la distinzione fra questi due elementi fa la differenza.. è questione di discernimento.
    Mi direte: "stai facendo vacua filosofia".
    Rispondo: "chi si priva di questi fondamentali considerandoli inutili finisce per non avere prospettiva ed orientamento di senso e praticamente non "rinforza" la sua spina dorsale".
    Faccio un esempio molto reale: Totò Riina, Bernardo Provenzano e compagni sono diventati "importanti" perché hanno colto l'occasione propizia della loro vita (il Kairos) nella quale sviluppando un metodo efficace hanno perseguito e raggiunto con pazienza e perseveranza un obiettivo. Tutto questo a prescindere dal grado di istruzione scolastica. Hanno comunque colto le evidenze che servivano al loro scopo e le hanno volte a loro vantaggio in un tempo determinato. E ancora adesso (si dice che siano in prigione) certamente perseguono ancora il loro progetto considerandosi degli eroi e dei martiri, avendo ancorato e propiziato il loro programma al massimo cui si possa pensare, il non plus ultra: dio e i suoi santi. Quale motivazione può essere più forte da sconfiggerla? Scusatemi ma nessun piedipiatti può avere più motivazione e determinazione di questi personaggi reali e concreti che non voglio giustificare ma dei quali voglio invece mettere in evidenza la portata di pericolosità.
    Bin Laden ha fatto per molti versi ancora di più: lui era andato all'università..
    Ho fatto degli esempi negativi per dire che l'intreccio di motivazioni, mezzi a disposizione, momenti favorevoli saputi cogliere, portano frutto perfino nelle cose peggiori che si possano concepire.. Figuriamoci allora in quelle migliori!
    Per quanto mi riguarda inizia un tempo di osservazione, decifrazione, lettura. Ciò che si realizza fuori visibilmente, materialmente; già esiste dentro invisibilmente, immaterialmente ma non meno realmente. E' da questo che dipende quello e non viceversa.
    Ringrazio chi mi fa accedere ai mezzi logici per poter iniziare questo cammino di formazione il quale spero davvero mi porti a una disponibilità di mezzi finanziari ingenti per il buono, il bello, il giusto. Ci sono riusciti i criminali utilizzando perfino dio per il proprio egoismo, figuriamoci noi..

entra subito nel VAULT!

APRILO!!

Hanno parlato di noi